NEW JUKE MY 2020

PRESENTATA LA NUOVA JUKE MY 2020

NEW JUKE MY 2020

La nuova Nissan Juke 2020 ha ufficialmente debuttato in cinque diverse città europee, compresa Milano. Abbiamo così potuto avere un primo contatto con la seconda generazione di questo crossover compatto, che nei suoi primi dieci anni di vita è divenuto uno dei mezzi più apprezzati del suo segmento. La nuova versione, come potete vedere dalle nostre foto e dal nostro video in anteprima, si distacca in maniera abbastanza decisa dal suo passato, lasciando però inalterato lo spirito e il progetto di base, ora più moderno e rifinito. La Juke originale si era fatta segnalare prima di tutto per il suo look audace e diverso dalla norma, e ben sappiamo come aggiornare un simile modello rappresenti sempre un rischio. Questa nuova Nissan Juke 2020 appare però molto promettente, in grado di conquistare sia i vecchi clienti della precedente generazione, sia altri che arrivano da altri marchi. Solo il mercato saprà darci le risposte definitive, ma nel frattempo possiamo iniziare a dare una veloce occhiata al design di esterni e interni.

il look della nuova Nissan Juke è cambiato in maniera significativa, per quanto sia ancora direttamente riconoscibile. Le sue linee sono ora meno morbide e più nette, in modo da avvicinarsi maggiormente al family feeling della casa giapponese. Iniziando a guardarla direttamente dal frontale, notiamo come non ci siano più i vecchi fari bombati che rappresentavano praticamente una firma storica per la gamma. I designer di Nissan, però, hanno preferito utilizzare un look più moderno e slanciato, che si ricollega direttamente alla barra cromata che va a formare la griglia V-Motion, essa stessa modificata e inclinata per comunicare un maggiore senso di sportività e agilità. Già posando gli occhi sul cofano vediamo comparire anche le nuove linee nette che compongono il design della fiancata, esaltata in questo nuovo modello dalla rinnovata disponibilità di cerchi in lega fino a ben 19 pollici. Questi ultimi sono proprio quelli che vedete nelle nostre foto e contribuiscono in maniera efficace a rendere più accattivante e imponente la nuova Nissan Juke. Per chi preferisce qualcosa di più posato, comunque, ci saranno sempre le alternative da 16 e da 17 pollici. Arriviamo così alla zona posteriore, forse quella che è rimasta più fedele al vecchio modello. La zona del lunotto è sempre la stessa, anche se più inclinata, e lo spoiler si è fatto leggermente più prominente. Molto belli i nuovi gruppi ottici a boomerang, ereditati da altri modelli della casa, ma anche ridisegnati per renderli inequivocabili. In generale la nuova Nissan Juke si è fatta sensibilmente più grande, con una lunghezza che arriva a 4.210 mm, un’altezza fissata a 1.595 mm e una larghezza da 1.800 mm, il tutto con un risparmio di peso rispetto alla scorsa generazione di ben 23 kg. Per quanto riguarda i colori, sono disponibili fino a 11 diverse tinte, con il debutto delle versioni bicromatiche attraverso i tre colori possibili per il tetto.

L’abitacolo della nuova Nissan Juke è stato ridisegnato in maniera sensibile, mantenendo comunque alcuni dei suoi tratti distintivi. Ad esempio il tunnel centrale ha mantenuto il suo design “a calandra di motocicletta”, alzando solo leggermente la zona a contatto con le ginocchia che è stata resa più morbida e confortevole. La plancia può essere personalizzata in numerosi modi, a partire dai colori, partendo da una base di plastiche piacevoli al tatto nei modelli entry level per poi arrivare ai top di gamma, i quali possono vantare addirittura coperture in pelle o in Alcantara, rendendo le versioni più ricche quasi di livello premium. Bellissimi anche i sedili frontali monoform, forniti di serie e con il nome Juke impresso a caldo. Sembrano quasi delle sedute pensate per una vettura sportiva e a nostro giudizio vengono particolarmente esaltate dalle colorazioni chiare (come quella in foto). Una novità davvero interessante è l’inserimento delle casse personali Bose all’interno del poggiatesta, un altro extra proveniente da segmenti più alti. Il sistema di infotainment può ora contare su un display flottante da 8 pollici di diagonale, che promette di essere particolarmente visibile (per essere sicuri, però, attenderemo di portarla in strada con il sole diretto). La nuova Nissan Juke avrà a disposizione tutti i sistemi di guida semi-autonoma previsti dal pacchetto ProPilot, attivabile attraverso un piccolo pulsante dedicato sul volante. Sono compresi il cruise control adattivo, il controllo di corsia attivo, la frenata d’emergenza con sensore anche per ciclisti e pedoni, il sensore di controllo degli angoli ciechi e il sistema per monitorare l’attenzione del guidatore. Sono stati inoltre inseriti diversi altri optional dedicati alla connettività, che hanno portato la casa a definire la nuova Nissan Juke come l’auto più connessa di tutte. Solo per fare un esempio, è previsto anche l’hotspot per la connessione dei propri smartphone e tablet a Internet. Sarà persino possibile utilizzare Google Assistant, l’assistente vocale della Grande G, per controllare alcune funzioni come l’accensione dei fari (per trovarla in un parcheggio) o spedire una destinazione al navigatore per trovarla già pronta una volta saliti in auto. Ovviamente non mancherà la possibilità di usare i propri smartphone tramite Apple CarPlay e Android Auto.

Per il momento è stato confermato ufficialmente un solo motore per la nuova Nissan Juke 2020, ma altri verranno annunciati a breve. Si tratta del nuovo 1.000 tre cilindri DIG-T turbo benzina, capace di una potenza massima di 117 Cv. Sarà disponibile sia con il cambio manuale a sei marce che con l’automatico a sette rapporti con doppia frizione e paddle al volante. Al di sotto del cambio sarà sempre disponibile anche il selettore delle modalità di guida, divise nelle classiche Eco, Standard e Sport. Le prime consegne sono previste a partire da fine novembre, con un prezzo di listino da 19.620 €.

 


Fonte: 
MOTORONLINE